..perche' ci si puo' scaldare il cuore...anche solo con le parole.

domenica 25 luglio 2010

PREPARAZIONE DEL LIEVITO NATURALE E DELLA MIA PRIMA FOCACCIA FATTA CON QUESTO LIEVITO


15 giorni fa,mi sono avventurata nella preparazione del lievito naturale,seguendo il metodo del miticoVittorio.
Anzi,consiglio caldamente chi di voi,volesse provare a leggere la spiegazione molto dettagliata e chiara di Vittorio,ad andare qui;
c'è anche il video.

Preparazione:
Mettere una manciata di uvetta in 150 ml di acqua;coprire e lasciare macerare 24 ore

1° impasto:

Filtrare l'acqua per eliminare l'uvetta.
Impastare 100 ml di acqua di uvetta e 100 gr di farina.
Coprire e far riposare per 24 ore o finche' non raddoppia di volume.

2° impasto:
Impastate 100 gr della pasta esistente(lievito)con 100 gr farina 
e 80 ml di acqua.Fate riposare 24 ore

3°impasto:

impastate 100 gr della pasta esistente(lievito)con 100 gr di farina e 80 ml di acqua.Coprite e lasciate riposare.Dopo il 3°impasto
il lievito,dovrebbe lievitare piu' velocemente,dopo 4/6 ore.
Quando raddoppia consistentemente di volume,ogni 4/5 ore è pronto.Pero',per raggiungere l'acidita' ottimale,bisogna utilizzarlo dopo 15 giorni.Occorre prima rinfrescarlo un paio di volte con le dosi del 3° impasto e farlo riposare 3/4 ore.I miei 15 giorni,scadevano ieri,cosi',venerdi ho iniziato il 1° rinfresco,ieri il 2° e ieri pomeriggio...ho impastato la mia 1° focaccia,con il lievito naturale.Grazie Vittorio  :D
                                     ieri pomeriggio...
 

ora seguiranno le foto della mia 1° focaccia con il lievito naturale;la ricetta l'ho trovataqui


Ingredienti:

500 gr farina 0
350 ml acqua
220 gr lievito naturale rinfrescato 2 volte
5 gr lievito di birra(io non l'ho messo)
20 gr fiocchi di patate(io non li ho messi)
10 gr sale
3 cucchiai di olio extravergine d'oliva
1 cucchiaino di miele

Preparazione:
Ho sciolto l'acqua con il miele,poi ho aggiunto il lievito naturale un po' della farina,l'olio,l'altra farina,il sale.Ho impastato per 20 minuti ed ho fatto riposare per 2 ore.Ho preso l'impasto,l'ho steso sulla spianatoia e l'ho piegato per 3/4;l'ho diviso in 2 pezzi,ho rifatto le pieghe e poi,l'ho avvolto a palla e fatto riposare ancora 1 ora.Ho steso la focaccia nella tellia e l'ho condita;ha riposato ancora circa 20 minuti,finche' il forno si riscaldava.L'ho infornata a 220° per 30 minuti. Sono proprio contenta!!!!! ;) :D :))

                        l'impasto dopo la 1° lievitazione...
quest'articolo è stato pubblicato da:

11 commenti:

  1. complimenti , io ci ho litigato con il LM pero se posso ti faccio una domanda , perche non ho ben capito . allora quando tu fai i rinfreschi tu dici tiri qoog di pasta e aggiungi l'altra farina con l'acqua allora io ti chiedo ma con la pasta che ti è avanzata dopo aver tolto quella 100g che fai la butti ? Grazie !

    RispondiElimina
  2. Cara elisabetta, quando ero ragazzo abitavo in una borgata con case coloniche ed ognuno il suo forno, ricordo che il lievito veniva conservato da un'impasto all'altro, ce lo prestavamo con i vicini, e si rinnovava ogni tanto.
    E stato bello vedere la creazione del tuo lievito.
    Ti lascio un abbraccio.
    gaetano.

    RispondiElimina
  3. ciao Elisabetta
    ti auguro sogni d'oro!
    lu

    RispondiElimina
  4. bravissima Elisabetta!!!!è venuta una focaccia con i fiocchi!!!!sono contenta che anche a te piace il lm...hai notato il sapore buono che da la lievitazione naturale? e adesso chi ti ferma piu?un bacione Tittina :x

    RispondiElimina
  5. :-o :-o :-o
    Perdindirindina Sore!!!!!!!!!
    Hai fatto un lavorone e il risultato non è ottimo,ma praticamente perfetto!!!:)
    Fantastica Eli!!!!!:X
    Tanti :-* e buon inizio settimana Cara!!!

    RispondiElimina
  6. Ma che meraviglia questo lievito naturale! Mi hai dato una dritta preziosa: sapessi quante volte mi son chiesta come si poteva fare in casa! Grazie mille, carissima :-)

    P.s La focaccia, ovviamente, è favolosa!

    RispondiElimina
  7. Io ci rinuncio.. non ce la faccio con tempi lunghi di lievitazione.. ma tu sei stata bravissima davvero!!! e la pizza.. gnamm gnamm t'avanza un pezzo??.. :-D.. smack e buon lunedì!

    RispondiElimina
  8. grazie a tutte,ragazze!!!!davvero!!!troppo buone..:-* :-*


    @Mary:la pasta che resta si tiene come madre,si rinfresca con le proporzioni:100 farina-100 lievito esistente e 8o ml di acqua e si tiene in frigo per il prossimo utilizzo.Naturalmente prima di utilizzarla(5/6 gg dopo)si rinfresca un paio di volte...Vittorio mi ha spiegato cosi'..bacioni

    RispondiElimina
  9. Complimenti cara Elisabetta, questa è arte! Bravissima!!!

    RispondiElimina
  10. Carissima, anche a me piace molto il modo di panificare di Vittorio, ho già fatto i suoi garavanini, non sono riuscita a fotografarli, ma li rifarò. L'ho conosciuto grazie a te. Ora proverò anche il lievito naturale!!!Bellissima questa focaccia!!!

    RispondiElimina
  11. Elisabetta! che magnifica pizza!!! io non conosco il modo di panificare di Vittorio, vado subito a vedere, complimenti ancora per il tuo blog!

    RispondiElimina

benvenuti nel mio blog!!grazie per i vostri commenti,ma anche per i vostri consigli o critiche!!ho sempre voglia d'imparare..da ognuno di voi ;))
i commenti anonimi verranno cancellati :)

Non è permesso lasciare link per pubblicizzare raccolte e contest!!


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Testi e immagini pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autore e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Non autorizzo la pubblicazione delle immagini in alcuno spazio della rete.
Non autorizzo la pubblicazione delle ricette in alcuno spazio della rete senza il link al blog e/o alla ricetta originale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails