..perche' ci si puo' scaldare il cuore...anche solo con le parole.

martedì 7 agosto 2012

CIABATTE CON METODO POOLISH E LIEVITO NATURALE


Questa è  la prima panificazione,nella quale adotto il metodo poolish,largamente menzionato e lodato,anche nel libro "Facciamo il pane"di Annalisa De Luca",le cui preparazioni,sono tutte esclusivamente con biga,poolish o lievitino,che dir si voglia.Tempo fa,ho acquistato questo libro,ma non ho ancora riprodotto,nessuna ricetta,perche',finora,per gli impasti, ho impiegato solo il metodo diretto.Finche',sono stata conquistata da queste ciabatte,la cui preparazione, Sara Papa,mostra qui


Ingredienti per il poolish:

300 gr farina 1 macinata a pietra
(ho usato la 0 per pane)
300 ml acqua a temperatura ambiente

7.5gr lievito di birra oppure 95 gr lievito madre
(ho usato il secondo)

Ingredienti per l'impasto:

600 gr farina 1
(ho usato la stessa 0 per pane)
375 ml acqua a temperatura ambiente
9 gr lievito di birra o 113 gr lievito madre
(ho usato il secondo)
9 gr malto o miele
18 gr sale fino
semola di grano duro q.b

Per la preparazione ho seguito il video e riassunto i vari passaggi:

Preparazione del poolish:

Sciogliete il lievito di birra o naturale nell'acqua,unite pian piano la farina ed amalgamate.Ponete in una ciotola unta d'olio
coprite con della pellicola da cucina e fate riposare per 2 ore.
Trascorso il tempo,procedete all'impasto completo:
prendete una ciotola capiente,sciogliete il lievito di birra o naturale,nell'acqua;aggiungete man mano  i 600 gr di farina setacciata,aggiungete il malto ed il sale;aggiungete il poolish ed amalgamate;l'impasto risulta molle e molto idratato,è cosi' che dev'essere.Fate riposare fino al raddoppio di volume. Spargete abbondante farina di semola sul piano di lavoro,rovesciate delicatamente l'impasto,copritelo con tanta farina di semola e poi con una spatola tagliapasta d'acciaio, procedete al taglio delle ciabatte,allontanando,mentre tagliate il resto dell'impasto,con la spatola stessa,come si vede nel video.Girate le ciabatte dalla parte del taglio e picchiettate delicatamente con le dita.Fatele riposare ancora,coperte da un telo,per circa 2 ore.Io ho contato 8 ore dall'impasto completo,poiche' ho usato il lievito naturale.
Infornate,in forno preriscaldato a 200°,per circa 40 minuti.
*Metto sempre un pentolino con dell'acqua calda,nella parte inferiore del forno,per mantenere la giusta umidita',come mi ha insegnatoVittorio e cuocio il pane su pietra refrattaria*.



il poolish..
il poolish dopo 2 ore di lievitazione..
l'impasto completo dopo la lievitazione..















quest'articolo è stato pubblicato da:

19 commenti:

  1. che spettacolo Elisabetta!
    Ne mangerei volentieri mezzo filone...è troppo..non fa nulla :))
    baci

    RispondiElimina
  2. Che roba!!!!!! ammazza come ti son venute bene ste ciabattine!!! Il metodo del poolish lo utilizzo per pane e pizza già da un pò! è un ottimo metodo.. smackkkk buona serata!

    RispondiElimina
  3. Un post bellissimo, una spiegazione chiarissima, foto più belle del solito (hai cambiato macchina?) e un risultato da urlo!!! :-)

    RispondiElimina
  4. Devono essere anche morbide oltre che saporite...

    Coraggio, a fine settimana arriverà il fresco.

    Baci.

    RispondiElimina
  5. wowwwwwwwwwwww questo è un signor pane!!!!!!!!!!Grande Elisabetta!!!!!!!!!!!!!!baciiiiiii

    RispondiElimina
  6. Bello il tuo blog, ho anch'io il libro della De Luca, ma ancora non ho sperimentato con le sue ricette. utilizzo anch'io il lievito madre buona serata!!! e complimenti ancora

    RispondiElimina
  7. che meraviglia Elisabetta, bravissima cara!!!

    RispondiElimina
  8. Carissima, stamattina ho aperto facebook e ho avuto le visioni....
    questo pane è favoloso.....
    Eli lo sai che io non sono golosa per niente???? ;D
    però metà di quel panino lo mangerei volentieri please... :D

    RispondiElimina
  9. grazie atutte,ragazze!!
    @grazie Lucia cara..<3 la macchinetta è sempre quella..saranno i tuoi occhi dell'affetto..bacioni

    @si Gianna erano molto soffici..:)non sai quanto lo stiamo aspettando un po'di fresco..un abbraccio,cara.

    RispondiElimina
  10. Che meraviglia queste ciabatte e che bel passo passo chiaro e utilissimo!!
    Grazie Elisabetta e tanti complimenti!!! M'hai fatto venire fameeeee e sono solo le 16:17!!!!!! :)
    Un bacione grande e felice serata!!!!

    RispondiElimina
  11. E' una meraviglia;stampo la ricetta per quando si placa il caldo...

    RispondiElimina
  12. queste ciabatte sono a dir poco favolose, proverò la tua ricetta, magari vengono bene anche a me come son venute bene a te, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  13. Ciao Elisabetta!!!!
    Felice Ferragosto!!!!!

    RispondiElimina
  14. accidenti che bontà. sono capitata qui per caso. Ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  15. Ciao Elisabetta. Ho appena visto il video di Sara Papa che sta uscendo in edicola e mi ero innamorata della ciabatta che volevo rifare però con il lievito madre. Volevo cercare i tempi di riposo della polish e mi sono imbattuta nel tuo post! Hai dato le risposte a tutti i miei dubbi e in più ti ho conosciuto. E non ti mollo più! Grazie. So che hai postato questo a ferragosto. Ma solo ora ti scovo!! Ciao è stato un piacere!

    RispondiElimina
  16. ciao,Ely,sono contenta,di esserti stata utile!!L'arte bianca,è una delle mie passioni,in cucina,piu' forte di tutte le altre..grazie per i complimenti e a presto ^;*

    RispondiElimina
  17. Ciao! Ho trovato la tua ricetta e mi piace molto penso proprio che la proverò!volevo chiederti solo una precisazione:quanto tempo hai fatto lievitare l'impasto prima di tagliarlo in 4 parti e quanto tempo dopo? Mi sembra di capire in tutto 8 ore . Ciao e grazie! Barbara.

    RispondiElimina

benvenuti nel mio blog!!grazie per i vostri commenti,ma anche per i vostri consigli o critiche!!ho sempre voglia d'imparare..da ognuno di voi ;))
i commenti anonimi verranno cancellati :)

Non è permesso lasciare link per pubblicizzare raccolte e contest!!


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Testi e immagini pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autore e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Non autorizzo la pubblicazione delle immagini in alcuno spazio della rete.
Non autorizzo la pubblicazione delle ricette in alcuno spazio della rete senza il link al blog e/o alla ricetta originale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails