..perche' ci si puo' scaldare il cuore...anche solo con le parole.

martedì 29 marzo 2011

FILONI CON LIEVITO NATURALE CON PICCOLE INCURSIONI DI FORME SPECIALI DELLE SORELLE SIMILI

Questi filoni,ho provato a farli,una settimana fa
con una ricetta,che mi è piaciuta tanto, della mia grandissima ed eccezionale amicaFederica. E'banale,farle pubblicita'..la conoscono pure i sassi,ma io ci tengo,perche'è veramente straordinaria.
*la mia amica Federica
ultimamente,si è appassionata al lievito naturale in coltura liquida;io sono ancora innamorata del mio lievitino naturale..
per cui,ci siamo incontrate,a meta' strada...ho usato il suo impasto,con il mio lievito.* 
                   
Se volete leggere la ricetta  originale ed ammirare i meravigliosi filoni di Federica,andate qui
di seguito,posto la ricetta,con le mie variazioni, in colore verde: 


ingredienti:


800 gr farina manitoba
200 gr farina di semola
600 gr lievito naturale rinfrescato
(metodo delle Simili con doppio lievito 
e 4 ore di lievitazione,anziche' 8)
300 ml latte
300 ml acqua
60 gr burro
22 gr sale
1 cucchiaio di miele

Preparazione:

Dopo aver rinfrescato il lievito,pesatene 600 gr,ponetelo in una coppa capiente e diluitelo con l'acqua ,il miele ed il latte;aggiungete un po' di farina,alla quale avrete mescolato il sale e continuate a mescolare;unite il resto del latte,ancora farina e acqua,finche' finirete gli ingredienti.Amalgamate con un cucchiaio di legno,finche' la pasta,si stacchera' dalle pareti della coppa.Trasferite la pasta, sul piano di lavoro ed impastate per 20 minuti.Coprite l'impasto,con la stessa coppa usata,capovolta ed una coperta.Dopo 2 ore,date la forma al vostro pane(questa volta ho provato a fare 2 forme,viste sul mio libro"pane e roba dolce" delle sorelle Simili)coprite con un telo di plastica e fate riposare ancora 2 ore.Infornate in forno gia' caldo a 200°,per 30 minuti,ponendo,nella parte inferiore del forno,un pentolino pieno d'acqua,per mantenere la giusta umidita'.Regolatevi sempre e comunque,con la potenza del vostro forno.La cottura del mio pane,viene fatta sempre su pietra refrattaria.Buon appetito!!

  infornata del 1° esperimento....una settimana fa
                                     anche questo.....
 

  tutte le foto che seguono,sono della panficazione di domenica...
             questo panino,è la brutta copia..di quello visto sul  libro delle Simili

anche questo....l'originale,è un bellissimo fiore,almeno a me,sembra cosi'...
             
in primo piano,il dettaglio del fiore,che in forno è diventato un 
simil-coniglietto....
qui si notano,la specie di coniglietto ed il doppio caravanino,intrecciato al centro.Perdonatemi..in questa infornata,ho scordato di fotografare il pane all'interno..vi fidate se vi dico che è venuto bene???





quest'articolo è stato pubblicato da: 

giovedì 24 marzo 2011

CROSTATA ALLA CREMA DI AGRUMI




Questo è stato il dolce,che ho preparato domenica..la ricetta
è della mia mitica amica/sorellina Daiana !
un nome ed una garanzia,per la bravura,l'originalita' e la passione,in ogni campo della gastronomia,dal primo piatto,al dolce,passando,dalla panificazione,fino alla piu' elaborata pasticceria,di cui è maestra di mestiere.Andate a trovarla nel suoblog!!!!


Ingredienti per la pasta frolla:


500 gr farina 00
300 gr burro a temperatura ambiente
200 gr zucchero a velo
80 gr tuorli
1/2 baccello di vaniglia
la corteccia di 1/2 limone
1 pizzico di sale


preparazione della pasta frolla:


In una ciotola,versate la farina ed amalgamate ad essa,il burro a pezzetti,il sale,la buccia di limone grattugiata ed i semi di vaniglia.Impastate,finche' otterrete un composto granuloso;
unite ora,lo zucchero setacciato,i tuorli e continuate ad impastare,finche' otterrete un panetto liscio ed omogeneo.Avvolgetelo nella pellicola e fatelo riposare 30 minuti,prima di utilizzarlo.


Ingredienti per la crema di agrumi:


160 gr zucchero a velo
60 gr burro
3 uova
60 gr pinoli
20 gr farina
1 arancia
1 limone
zucchero a velo per decorare


Preparazione della crema:


Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare.
Stendete,aiutandovi della carta forno,come base,250 gr della
pasta frolla,sottile circa 1/2 cm.trasferite la pasta frolla,cosi' com'è, appoggiata sulla carta forno,nella tortiera in cui la cuocerete.Bucherellate il fondo con i rebbi della forchetta e ponetela in frigo.Intanto,preparate la crema:
montate le uova con lo zucchero,unite la farina setacciata,il burro fuso e freddo,la buccia grattugiata del limone e quella dell'arancia;3 cucchiai di succo di limone e 3 cucchiai di succo d'arancia;frullate tutto il composto.In un padellino,tostate per qualche minuto, i pinoli.Prendete la frolla dal frigo e versate sulla base,la crema,distribuite 50 gr di pinoli(tenete da parte,gli altri per la guarnizione finale).Infornate a 180° per 40/45 minuti.Tenete conto,comunque, della potenza del vostro forno.Fate intiepidire la crostata e distribuite sulla superficie lo zucchero a velo ed i restanti pinoli.Buon appetito!!!!è buonissima!!!
grazie,sorellina


quest'articolo è stato pubblicato da:

lunedì 21 marzo 2011

LE ZEPPOLE DI S.GIUSEPPE


Un dolce tipico della tradizione popolare,di gran parte delle regioni italiane.Magari,si chiameranno in un altro modo,ma la bonta' e bellezza del prodotto, sono le stesse.Questa ricetta
è quella che faccio da sempre,tratta da questo piccolo e prezioso
ricettario



Ingredienti:

250 gr farina 00
500 ml acqua
125 gr burro
6 uova
sale 1 pizzico
1/2 bustina di lievito per dolci
amarene allo sciroppo q.b
zucchero a velo q.b
crema pasticcera per farcire


per la crema pasticcera:

(la ricetta l'ho presaqui)

500 ml latte fresco
4 tuorli
40 gr maizena o farina 
40 gr burro(io non l'ho impiegato)
120 gr zucchero
buccia di limone o 
1 baccelo di vaniglia


Preparazione della crema:

Versate il latte in un pentolino,aggiungete la buccia di limone
o il baccello di vaniglia e portate a bollore.Togliete la pentola dal fuoco e lasciate in infusione,per almeno 30 minuti,in modo che la vaniglia o la buccia di limone, rilascino tutto il loro aroma.Lavorate i tuorli con lo zucchero,senza montare il composto,unite la maizena setacciata ed amalgamate tutto con cura.Rimettete il latte sul fuoco e prima che raggiunga il bollore,versartelo a filo,sul composto di tuorli,mescolando velocemente e senza sosta,in modo da temperare le uova.
Rimettete il pentolino sul fuoco e mescolate di continuo,con un cucchiaio di legno,fino a quando la crema,non raggiungera'la giusta consistenza.Una volta pronta,versatela in un contenitore di vetro ed ogni tanto mescolate,in modo da far scendere la temperatura(altrimenti continua a cuocere).Dopo 5 minuti circa,unite il burro a pezzetti e mescolate velocemente,in modo da farlo sciogliere.Coprite con una pellicola per evitare il formarsi della pellicina e fate raffreddare la crema,prima di farcire le zeppole.

Preparazione della pasta per le zeppole(o pasta choux):


Ponete sul fuoco,una casseruola con mezzo litro di acqua;
unite il burro(meglio se morbido) ed un pizzico di sale e 
portate ad ebollizione.A questo punto,aggiungete tutta in 
una volta,la farina,in cui è stato incorporato il lievito,allontanando la pentola dal fuoco.Rimettete la pentola sul fuoco e mescolate continuamente,finche' il composto si stacchera' dalle pareti della casseruola e diventera' liscio.Spegnete ed unite le uova,una per volta,assicurandovi di farle amalgamare bene,mescolando di continuo,con un cucchiaio di legno,prima di aggiungere le altre.Una volta che il composto è bello asciutto ed amalgamato,fatelo riposare e rafreddare.Ponetelo ora in una sac a poche con il beccuccio piu' grande a stella e formate le vostre zeppole,su una tellia,rivestita di carta forno,distanziandole tra di loro,per non farle attaccare durante la cottura.Infornate in forno statico o ventilato,considerando una temperatura adatta ai dolci,max 160/170°.Comunque, regolatevi  con la potenza del vostro forno.
Quando saranno fredde,riempitele con la crema pasticcera e rifinitele con lo zucchero a velo ed un ciuffetto di crema(che io avevo finito)per reggere l'amarena.Buon appetito!!




questo articolo è stato pubblicato da:

sabato 19 marzo 2011

SFORMATO DI PATATE E FUNGHI PLEUROTUS A MODO MIO


Funghi e patate!un'altra bella accoppiata che ha scatenato la mia fantasia,nella creazione di questo sformato...


Ingredienti:

600 gr patate della murgia martinese
(o a pasta gialla)
500 gr funghi pleurotus
4/5 fette formaggio filante
60 gr formaggio pecorino grattugiato
 1 uovo
olio extravergine d'oliva
sale


Preparazione:


Tagliate il gambo ai funghi e con un panno umido e pulito
detergeteli,per eliminare eventuali impurita'.Tagliate le patate a fette spesse un dito e tenetele da parte.In uno stampo da plum cake, foderato di carta forno,spargete un po' dei 60 gr di formaggio grattugiato,distribuite sopra le patate affettate
poggiate i funghi;salate e oliate.Spezzettate alcune delle fette di formaggio filante sulle patate e distribuite sopra un po'  dell'uovo,che avrete sbattuto con il resto del formaggio grattugiato.Continuate gli strati in questo modo,finche' finirete gli ingredienti.L'ultimo strato, sara' di patate.Cuocete in forno caldo, a 180° per circa 30 minuti.Fate intiepidire lo sformato e capovolgetelo delicatamente,su un piatto da portata.La superficie risultera' dorata,grazie al formaggio grattugiato,che con la cottura,avra' formato la crosticina.Buon appetito!
quest'articolo è stato pubblicato da:

venerdì 11 marzo 2011

BAVETTE CON CIME DI RAPA E VONGOLE VERACI



Cercavo una ricetta, che avesse due prodotti della mia terra
sposati insieme....l'ho trovata qui
ho sostituito solo il tipo di pasta, ma  tenuto fede al procedimento
suggerito nel sito.  


Ingredienti per 4 persone:


350 gr  bavette
800 gr cime di rapa
500 gr vongole veraci
2 spicchi d'aglio
mezzo bicchiere di vino bianco secco
3 filetti di acciughe sott'olio
(io sotto sale)
5 cucchiai di olio extravergine d'oliva
sale
pepe


Preparazione:


Tenete immerse le vongole in abbondante acqua fredda
per 3/4 ore.Intanto pulite le cime di rapa,eliminando le foglie piu' dure;tenere le cime e le foglioline piu' tenere.Lavatele in abbondante acqua,scolatele e tenetele da parte.Scolate le vongole e mettetele in una padella con il vino bianco,1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva,1 spicchio d'aglio e fatele aprire,a recipiente coperto,su fuoco moderato,scuotendo ogni tanto la padella.Toglietela dal fuoco,staccate i molluschi dai gusci e raccoglieteli in una ciotola;filtrate il liquido di cottura.
In un'altra padella,portate in ebollizione abbondante acqua e fate cuocere le bavette insieme alle rape(la ricetta originale prevedeva le orecchiette,che richiedono una cottura piu' lunga,per cui,in questo caso,le cime di rapa,vanno aggiunte
5 minuti prima del termine della cottura della pasta).
Nel frattempo,in un una pentola wok,fate scaldare l'olio e lo spicchio d'aglio rimasti e fatelo leggermente imbiondire;
eliminatelo,aggiungendo i filetti di acciuga a pezzetti,le vongole,il liquido di cottura delle vongole,tenuto da parte 
e due cucchiai di acqua di cottura della pasta.Scolate la pasta
saltatela qualche minuto nella salsa di acciughe e vongole,unite un pizzico di pepe e servite.Buon appetito!!!!



quest'articolo è stato pubblicato da:

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Testi e immagini pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autore e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Non autorizzo la pubblicazione delle immagini in alcuno spazio della rete.
Non autorizzo la pubblicazione delle ricette in alcuno spazio della rete senza il link al blog e/o alla ricetta originale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails