..perche' ci si puo' scaldare il cuore...anche solo con le parole.

sabato 31 ottobre 2009

ALBUME SENZA TUORLO



Sapete che si possono rassodare solo i tuorli senza gli albumi?
Basta separarli, farli scivolare in acqua bollente e
cuocerli per 10 minuti.Poi si scolano e si utilizzano.Come?A fette
in una bella insalatona o spalmati sul pane.

IL MIO MINESTRONE

Il minestrone...ah che buono!!!come rinunciare ad un piatto cosi' caldo,genuino,ristoratore e completo dal punto di vista vitaminico,che da'un senso di sazieta' e leggerezza!insomma,s'è capito che lo adoro ed allora vi mostro il mio..minestrone con farro.





                                            IN QUESTA FOTO IL FARRO SI VEDE MEGLIO


Ingredienti per 4 persone:

400 gr riso,farro o pasta corta per minestra
800 gr verdure per minestrone fresche o surgelate
(optate per la marca migliore)
1 dado da brodo
cipolla
2 ulteriori patate medie
sedano fresco
4/5 pomodorini freschi
una bella cima di basilico
una bella crosta di formaggio
(facoltativa)
olio extravergine d'oliva

Preparazione:

Fate scaldare l'olio e fate soffriggere la cipolla con un po' di sedano tritato
ed i pomodorini a pezzettini,fate insaporire ed aggiungete le verdure e le patate
tagliate a pezzetti.Fatele cuocere qualche minuto,mescolando e appena vedrete 
consumata la loro acqua naturale(o quella persa dallacongelazione)aggiungete 
un bel po' d'acqua ed il dado da brodo.Fate cuocere e se occorre aggiustate di sale.
 10/15 minuti  prima che la cottura sia finita, aggiungete il farro o
la pasta che preferite.Alla fine unite la crosta del formaggio.Servite caldo,accompagnato
da una....montagna di formaggio grattugiato.

venerdì 30 ottobre 2009

QUESTA L'HO INVENTATA IO!!

PREMETTO CHE QUESTA RICETTA L'HO INVENTATA IO!!!!NON ESISTE IN RETE;NE'
IN NESSUN BLOG O FORUM DI CUCINA.PER CUI,SE PER ASSURDO, A  QUALCUNO VENISSE L'IDEA DI VANTARNE LA PROPRIETA' E LA CREAZIONE ED IO DOVESSI SCOPRIRLO,NON RESTERO' A GUARDARE QUESTO PLAGIO.  

Insomma,per farla breve,sono una specialista dell'ULTIMO MINUTO ed oggi,cercavo il radicchio per fare il risotto,ma non l'ho trovato,cosi',sono tornata a casa con le buste della spesa piene,ma idee pochine.Appena ho tolto le zucchine dala busta, per metterle in frigo mi  si è accesa la LAMPADINA....ed ecco cosa è venuto fuori dalla mia testolina......

                                                         LINGUINE CON VELLUTATA DI 
                                                           ZUCCHINE E BESCIAMELLA      

                      




 

                                                 Questa è la versione con pennette 
INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

400 gr linguine
2 zucchine medie
150 gr formaggio grana grattugiato
100 gr besciamella
una bella cima di basilico fresco
cipolla
olio extravergine d'oliva
sale
qualche strisciolina grattugiata di buccia di limone


PREPARAZIONE:


Lavare le zucchine,tagliarle a tocchetti e farle saltare nell'olio caldo con la cipola tritata.
Aggiustare di sale e cuocere qualche minuto,alla fine aggiungere il basilico.Nel robot tritatutto
mettere il formaggio con la besciamella,aggiungere le zucchine,il limone grattugiato e tritare bene,fino a ridurle in crema.Lessare la pasta al dente e farla saltare nel condimento, rimesso sul fuoco a scaldare.Potete servire,aggiungendo una fogliolina di basilico fresco.










CICORIELLA SALTATA AL POMODORINO

Ad autunno inoltrato, un bel piatto di verdura ristora sempre quindi,cicoriella delle nostre campagne
accompagnata da una bella fetta di pane di Laterza o Matera.








Ingredienti:

1Kg cicoriella di campagna o coltivata
500 gr di pomodori pachino
olio extravergine d'oliva
sale
aglio 
peperoncino(facoltativo)

Preparazione:

Dopo aver spuntato la cicoriella,averla messa a bagno
e lavata molto bene,cuocerla in acqua salata e scolarla.
Tenerla da parte ed intanto,tagliare a tocchettini i pomodori
e saltarli nell'olio,lo spicchio d'aglio ed il peperoncino.Dopo
qualche minuto,aggiungere la cicoriella e farla insaporire bene
finche' i pomodori saranno cotti bene.Servire la verdura accompagnata 
da una buona fetta di pane casereccio di grano.













 

giovedì 29 ottobre 2009

"LE FOCACCE DI ALEX"



Ieri sera era una di quelle serate....FOCACCIOSE!!a pranzo niente pane ne' pasta,ma alla sera,mio figlio Alex(della serie:mi tolse il pacco di farina dale mani a 8 anni,per impastare lui..)ha voluto mettere le mani in pasta,per la 4° volta consecutiva!!e che bravo che è....sono di parte?forse...ma ha le mani adatte per impastare(forti e calde)il risultato...ve lo mostro subito....












MEZZE PENNETTE CON CREMA DI RICOTTA E BASILICO

La pianta del mio basilico,quest'anno è cresciuta proprio bene!resiste ancora ai primi venti rigidi
ed a tutti i giorni di pioggia..ha ancora tante belle cimette allora ho voluto preparare questa pasta
che si avvicina al pesto,ma non tanto,perche' molto meno condita e piu' leggera.

 


 






Ingredienti:

4oo gr mezze pennette
150 gr ricotta pecorina o mista
100 gr  foglie di basilico(possibilmente fresche)
salsa di pomodoro fresco o pelato
olio extravergine d'oliva 
sale

Preparazione:
 Lavare le foglie di basilico e tritarle
aggiungendo la salsa di pomodoro
preparata in precedenza
e la ricotta spezzettata.
Far amalgamare bene e
versare il composto nel tegame 
per finire la cottura a fiamma molto dolce.
Lessare la pasta e scolarla al dente
facendola saltare qualche minuto nel sugo
della ricotta.Servire  e...buon appetito.






 

mercoledì 28 ottobre 2009

....TUTTA LA VITA BIANCONERA



Diamoci dentro!!!

ECCO LA "MIA" MARMELLATA D'UVA

...si perche',circa un mese e mezzo fa,quando postai la ricetta,non l'avevo ancora preparata,allora postai una foto di repertorio...a meta' settembre preparai qualche boccaccetto,coinvolgendo d'entusiasmo anche la mia amica Fiammetta,che letta la ricetta,si cimento' nel prepararla,con successo,devo dire!!poi è seguita la mia amica Daiana,che ne preparo' un gran boccaccione(uva nera).Per cui..adesso tocca a me,mostarvi,l'ultimo boccaccetto rimasto...











martedì 27 ottobre 2009

LA TORTA CLONATA

....è la storia di una torta ideata,preparata e postata nel suo blog,dal mitico e bravissimo Adriano del blog:http://profumodilievito.blogpot.com.Per incanto,è finita in tv,spiegata,preparata e,per magia, appartenuta ad una persona famosa, che parla,insegna procedimenti  e prepara, pietanze succulente,da ormai molto tempo.La torta incriminata è questa:crostata di mele e mandorle.Quando una ricetta la inventi di sana pianta o appartiene alla tua famglia,ti accorgi subito del plagio,perche' sono le"tue parole,i tuoi ingredienti,i tuoi procedimenti".Anch'io, in verita',quando ho aperto questo blog,ho avuto ed ho tuttora paura,che qualcuno "prelevi"le mie poesie e le "faccia"sue.Leggerle da qualche altra parte,sapendo che sono farina dell'anima mia,mi farebbe soffrire moltissimo.Tutta la mia solidarieta' per Adriano e per tutti i blogger,che, con tanta passione,parlano di cucina,la amano ed ogni giorno s'impegnano, a dare della gastronomia italiana,l'immagine che merita.

sabato 24 ottobre 2009

"PASTA DAY"




Domenica 25 Ottobre ritrovo in Piazza Castello con i brillanti Linus e Nicola Savino di Radio 'Deejay'

Barilla, tra i principali produttori mondiali, ha organizzato un “Pasta Day” in 3 piazze italiane, per Domenica 25 Ottobre, e tra queste Milano, in Piazza Castello.

Tra gli intenti di 'Barilla', il coinvolgimento della cittadinanza nel riscoprire l'importanza della pasta nella nostra dieta e il piacere di "mangiarla in compagnia": un evento gastronomico in onore del quotidiano "primo piatto" che sarà 'protagonista assoluto' in tutte le sue varianti, in abbinamento a più di 100 condimenti possibili. Dalla carbonara al pesto, dall'amatriciana alla puttanesca, ogni regione e ogni città può vantare il suo sugo 'doc'.

La festa organizzata dal marchio blu della 'pastasciutta' si inserisce all'interno del “World pasta day”. L'inizio è previsto alle ore 10.00 per seguire l'anteprima, in attesa dell'arrivo dei mattatori della giornata, Linus e Nicola Savino direttamente da Radio Deejay.

Alle ore 13.00 nelle tre piazze italiane verranno "calati" - in contemporanea - gli spaghetti, per un pranzo domenicale che, almeno virtualmente, unisca tutta l'Italia.
fonte:www.milanoweb.com






lunedì 19 ottobre 2009

"PENNETTE CON FUNGHI DI BOSCO E SPECK"

La rigida temperatura di ieri, mi ha fatto venir voglia di questa
pasta,che riscuote sempre buonumore in casa.. 





                                                                

Ingredienti per 4 persone:


400 gr pennette o tagliatelle
450gr funghi misti di bosco
300 gr scamorza affumicata
200 gr speck tagliato a cubetti

sugo di pomodoro fresco e basilico
200gr besciamella
 mezzo bicchiere di vino bianco 

peperoncino(facoltativo)
olio extravergine
aglio


Preparazione:

Preparate il sugo e tenetelo da parte
e tagliate la scamorza a cubetti.
Intanto scaldate l'olio aggiungete l'aglio tritato 
e soffriggete funghi e speck;
fate asciugare il liquido naturale dei funghi
e versate il vino bianco.
Fate evaporare il vino e continuate la cottura 
per 10/15 minuti;aggiungete il peperoncino
(io non usato sale in questo passaggio perche'

lo speck cuocendo, insaporisce il tutto).
Potete aggiungere il condimento di speck
e funghi al sugo e fatelo insaporire qualche minuto
versate la besciamella e continuate a cuocere per 5 minuti
a fiamma molto dolce.
Lessate la pasta e spadellatela a fiamma viva con il condimento.
Potete versare ora  il tutto in una tellia da forno
aggiungete la scamorza 
in superficie e fatela fondere pochissimi minuti.


giovedì 15 ottobre 2009

"LE MELAGRANE"

Le melagrane sono i frutti del melograno (Punica granatum), una pianta originaria del medio oriente molto diffuso in tutti i paesi del Mediterraneo.

Il melograno e la melagrana sono da sempre simbolo di bellezza e fertilità. Citato anche nella Bibbia, era apprezzato da Graci, Fenici e Romani.
Melagrana, melagrane
L'albero ha stupendi fiori a campanella, colore rosso-aranciato e fogliame verde lucente.
Il frutto contiene grani polposi (i semi), rossi e traslucidi, dal sapore acidulo e dall'aroma intenso.
Qualità nutrizionali delle melagrane
Le melagrane sono disponibili solo da Settembre a Novembre. Se a questo aggiungiamo la difficoltà che si incontra a separare i semi dalla scorza interna, e il sapore piuttosto acido che non consente (se non ai più golosi) di assumere una quantità rilevante, ne risulta uno scarso valore nutritivo globale di questo frutto.

Se non fosse per la difficoltà di mangiarle, le melagrane sarebbero un frutto piuttosto ricco di calorie e di carboidrati: ben 63 con quasi il 16% di zuccheri.
Considerate però che una melagrana di 200 g fornisce solamente 70 kcal, poiché la parte edibile è solo il 59%.

Le melagrane vanno colte mature, poiché una volta staccate dall'albero non maturano più: vengono mangiate crude ma anche utilizzate in preparazioni culinarie, in genere a base di carne.
www.cibo360.it
 

mercoledì 14 ottobre 2009

"LO SPAZIO BIANCO"



 La trama:



Dall'omonimo romanzo di Valeria Parrella.
Maria aspetta una bambina, non è incinta più ma aspetta lo stesso. Aspetta che sua figlia nasca, o muoia. E se c'è una cosa che Maria non sa fare è aspettare. E' per questo che i tre mesi che deve affrontare, sola, nell'attesa che sua figlia Irene esca dall'incubatrice, la colgono impreparata. Abituata a fare affidamento esclusivamente sulle proprie forze e a decidere con piena autonomia della propria vita, Maria si costringe ad un'apnea passiva che esclude il mondo intero, si imprigiona nello spazio bianco dell'attesa.
(trovacinema.repubblica.it)



Straordinaria interpretazione,per un film sicuramente straordinario.Per Margherita Buy si
puo' rischiare un commento simile,prima di aver visto il lavoro.Dotata di una estrema sensibilita' e
intensa immedesimazione nel personaggio,sa regalare ad ogni film,l'importanza e la giusta dose di commozione;il pubblico,i suoi estimatori,io per prima,notano questa semplice, ma naturale ed
eccezionale bravura.In questo caso,il film,arriva dopo un'esperienza di maternita' cercata,per l'attrice...come lei stessa racconta.Ancora piu' vera ed emozionante quindi,la sua parte.In uscita
al cinema, venerdi 16 ottobre.Da vedere
                                                                                                        Elisabetta Avitabile

"CHIMERE.."



                                                                        (foto di Jorgos)

Ho sete di vita
di gioia infinita
di pace,davvero
di un dolce pensiero
di un prato incantato
di un ricordo sognato
di un mare profondo
di amare il mio mondo
di un cielo più terso
di un passato ormai perso
di speranza cercata
di un' ancora salvata
di un bosco innevato
di un bimbo mai nato
di fare e rifare
di stare e di andare
di piangere e pensare
insomma..di amare.

                                                               Elisabetta Avitabile


martedì 13 ottobre 2009

"LINGUINE ALLE VONGOLE"

  Della serie:Oggi cucino io....mio figlio Alex ai fornelli :daiii:...:sisi: 






ehm.....scusate se il piatto finale,non l'abbiamo fotografato....non mi ha dato il tempo....
                                            

Ingredienti per 4 persone:

400 gr linguine

5oo gr vongole veraci spurgate
500 gr pomodori freschi pachino
olio extravergine d'oliva
1 spicchio aglio
pepe o peperoncino

prezzemolo


Preparazione:


Lavare e tagliare a tocchettini i pomodori
far imbiondire l'aglio con l'olio ed il prezzemolo
versare i pomodorini,farli cuocere un po' e versare le vongole.
Cuocere a fuoco vivo,aggiungere poi mezzo bicchiere di vino bianco
e farlo evaporare.Intanto cuocere le linguine al dente e spadellarle
 a fiamma viva con le vongole.Servire con una manciata di prezzemolo fresco.
Un "Vermentino di Sardegna" è il vino,col quale abbiamo accompagnato il piatto.

"PASTA ALLA NORMA"

L'altro giorno,cercavo la ricetta della pasta alla"Norma",cosi' ho trovato questa versione nel blog 
dell'amica Lalla(Profumo di Sicilia);naturalmente ho rivisitato la ricetta a modo mio:




                               






Ingredienti per 4 persone:

 400gr pennette o pasta corta  che preferite

2 grosse melanzane
sugo preparato con pomodoro fresco e basilico

cacioricotta(pugliese)grattugiato
olio extravergine d'oliva
50gr parmigiano grattugiato
sale
pepe
foglie di basilico fresco



Preparazione:

Preparate un sugo con pomodoro 
fresco;alla fine aggiungete un
bel po' di basilico fresco e spegnete.

Tagliare a tocchetti le melanzane
dopo averle spuntate e lavate.
Porle in un colapasta coperte 
di sale grosso e da un peso.
Lasciarle colare per circa 
mezz'ora,per eliminare l'amaro.
Passatele sotto l'acqua corrente
asciugatele e fatele saltare con olio

sale e pepe(la ricetta originale prevedeva
la frittura)
quando saranno morbide e cotte
scolatele dall'olio e lasciatele
su carta assorbente per qualche minuto.
Aggiungerle alla salsa di pomodoro
tenuta da parte,facendole insaporire per qualche minuto.
Versate adesso il cacioricotta ed il parmigiano grattugiati

mescolate bene,per amalgamare i due formaggi.
Intanto cuocete la pasta,scolatela al dente e saltatela
a fiamma viva,per qualche minuto,insieme al sugo.
Servitela,guarnendola con altre foglie di basilico fresco.

lunedì 12 ottobre 2009

"IL SECCHIELLO GIALLO DI BALDINA"


Original Video - More videos at TinyPic

"LA ZUCCA"




La zucca è un alimento ipocalorico grazie  alla presenza al suo interno
di un'alta concentrazione di acqua (94%) e una bassissima percentuale
di lipidi e proteine.
Le zucche sono facilmente digeribili e adatte alle diete dimagranti
ed ai soggetti diabetici.
E' particolarmente ricca di caroteni e vitamina A,
contiene discrete quantità di minerali
(soprattutto fosforo, potassio e magnesio), vitamina C
e vitamine del gruppo B.
Proprio l'elevata presenza di carotenoidi rende
la zucca un alimento efficace per prevenire le forme tumorali.
Allo stesso tempo, questa abbondanza di vitamina A
può stimolare l'abbronzatura.
Si riconoscono alla zucca qualità calmanti
per chi soffre di problemi nervosi, proprietà digestive
rinfrescanti, lassative e diuretiche.
I semi di zucca contengono un amminoacido

la cucurbitina che paralizza la tenia 
e scaccia i parassiti intestinali.
Con la polpa di zucca si possono ottenere
maschere per la pelle, efficaci per idratare
l'epidermide o per lenire le scottature
(in questo caso è preferibile utilizzare la buccia).
(fonte:www.my-personaltrainer.it)

domenica 11 ottobre 2009

"TASCA DI VITELLO RIPIENA CON CONTORNO DI FUNGHI MISTI DI BOSCO"



 Con questa ricetta ho partecipato alla "Sfida d'autunno"indetta dalla mia amica Marina,del forum:
http://rosasenzaspine.forumfree.it/
Premetto che amo molto questo piatto,perche' è un secondo ricco,che delinea

molto bene la tradizione della nostra cucina,adatto a questo periodo della stagione;
io l'ho accompagnato ad un primo leggero ed innaffiato con un buon vino delle mie parti:
un "negramaro pugliese",corposo ed intenso,proprio come questa ricetta.Per contorno ho scelto
i funghi misti di bosco,per dare un ulteriore tocco autunnale al piatto e anche perche'....li adoro!

Ingredienti per 4 persone:


800gr/1kg  tasca di vitello magra
250 gr prosciutto cotto magro
250 gr formaggio emmenthal o filante
sale
pepe
salvia 
sedano 
cipolla 
carota
vino bianco

brodo vegetale
olio extravergine d'oliva

Per il contorno:


400gr funghi misti di bosco(anche surgelati)
1 spicchio d'aglio
olio extravergine d'oliva
sale 
vino bianco


Preparazione:
Insaporite la carne,prima di farcirla, con salvia sale e pepe.
Posate il prosciutto ed il formaggio,arrotolate e infilate piano
la retina,che servira' per tenere bene insieme la carne,durante
la cottura;legate le due estremita'.
Intanto,preparate il trito di cipolla,sedano e carota e fatto scaldate
l'olio,fate imbiondire;adagiate i rolle' di carne,fate insaporire,rigirate.
Quando la carne è ben rosolata,aggiungete il vino bianco e fate evaporare.
Continuate la cottura,aggiungendo del brodo vegetale e coprite.
Fate cuocere per un paio d'ore(dipende dalla morbidezza della carne).
Se volete ,prelevate poi, il fondo del trito di verdure e frullatelo,ottenendo una cremina

che adagerete come letto,sotto la carne,nel piatto di portata.
Il contorno:

Cuocete i funghi a parte,facendo imbiondire l'aglio con l'olio, nella padella
aggiungendo i funghi,ai quali,una volta consumata la loro acqua naturale,aggiungerete
il vino bianco;dopo l'evaporazione del vino,continuate la cottura,aggiustando di sale
finche' i funghi risultino morbidi,ma non completamente asciugati dal sughetto.Potete
accompagnarli alla carne e...buon appetito.













































































Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Testi e immagini pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autore e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Non autorizzo la pubblicazione delle immagini in alcuno spazio della rete.
Non autorizzo la pubblicazione delle ricette in alcuno spazio della rete senza il link al blog e/o alla ricetta originale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails