..perche' ci si puo' scaldare il cuore...anche solo con le parole.

lunedì 30 marzo 2009

"DALLA E.C.N(ELISABETTACLAUDIA NEWS):LA CAGNETTA SULLA CHIANCA"

Guardate la nostra eroina che,per osservare meglio la padrona che stende...si è piazzata sulla chianca(espressione dialettale pugliese)di cemento(forse mi da' qualcosina da mangiare..)prima del mio pranzo, che arriva verso le 16.30/17.00....e che so'...ispettirce della narcotici..no..è che a quell'ora, bazzico sempre nel cucinino per finire di pulire,organizzarmi per la cena.....e dalla finestra la osservo......ieri ha avuto,la visita del nipotino del padrone...meraviglia tanta,carezze..zero!forse spaventato(il bimbo) dall'esagitazione della cagnettA,che pareva un atleta del salto in alto(te credo..un po' di pappa alle 16.45(nota la precisione...)scherzo..è che ho un orologio a vista,che mi da' una mano quando..devo sbrigarmi!!!!!
Image and video hosting by TinyPic

"IN QUESTA STANZA NON ENTRATE:TOMMY DOCET"

L'arazzo a destra è opera sua(come il quadretto,che s'intravede, fuori),pezzi di cinghiale sintetico cuciti sapientamente a macchina e trasformati in un arazzo,appunto(assorbe...)sul mobile a sinistra uno scorcio dei suoi gioielli(cd)insomma questa è la sua stanza...tempio della musica,sala d'ascolto,arredata con altri arazzi...(assorbono tanto..)altri cd..impianto con casse annesse,riviste,oh...dobbiamo stare attenti,anzi io devo stare attenta,si a dove mettere i piedi,per non calpestare i cavi..nenche ad un concerto di Vasco..poi i pargoli, sono come lui..spiccicati..ah..poi ci sono almeno 1 amplificatore e 2 chitarre elettriche,pedali fili,morsetti...altre 3 chitarre acustiche, sono sparse nel resto della casa....vita dura la mia?lo so..lo so..non lo sapessi..^;^

domenica 29 marzo 2009

"A CASA DI ROCCO...."



A casa di Rocco

Belli,belli,belli,i giorni che passo a casa
di Rocco e...i suoi fornelli
tra arrosti,sformati e polpette
zuppe,crostate e reginette
ogni giorno c'è n'è una nuova
un piatto di pasta,un bollito o due uova
Rocco,delle pietanze è il re,in assoluto.
Se volete gustare le sue ricette
solo una cosa dovete subito fare
cercate l'indirizzo..ed il suo libro comperate
"Gambe sotto il tavolo" si chiama
perche' quando si mangiano i suoi piatti
le gambe ferme li devono stare....
e allora che aspettate..io non vedo l'ora..
lo mettero' tra i miei libri piu' belli
tra quelli che amo,tra quelli che ho
letto e...tra quelli che leggero'ancora...

venerdì 27 marzo 2009

"BISCOTTINI CON FARINA DI MAIS"

Ingredienti:
280gr farina di mais(qualità fioretto)
6 cucchiai di farina bianca
8 cucchiai di miele
8 cucchiai di latte
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 bicchierino di rhum
1 busta di vanillina
buccia di limone grattugiata

Preparazione:

In una terrina mescolare le due farine
aggiungere il miele,il latte e pian piano
tutti gli altri ingredienti.Il lievito inserirlo
per ultimo.Formare un impasto omogeneo
e iniziate a formare i vostri biscotti
modellando la forma che preferite.
Imburrate una tellia e sistemate i biscottini
infornateli a 160°per 15 minuti.
Io ho provato a farli nel fornetto
che è ventilato,come l'altro
pero'credo che i tempi siano gli stessi
anche per la cottura tradizionale
dovranno risultare dorati quindi
occhio al forno!^;^

(la foto dei biscotti è a cura di Fiammetta)

giovedì 26 marzo 2009

"IL TALENTO DI FIAMMETTA ED I LAMPASCIONI...DI ELISABETTA"


L'immagine che vedete, è frutto delle mie mani(i lampascioni sott'olio) e di quelle sapienti della mia cara amica Fiammetta,fotografa eccellente,sue tutte le foto del sito http://www.roccoeisuoifornelli.it,dove artistici piatti,diventano immagini d'autore.Grazie,Fiammetta,per il tempo che hai dedicato al mio blog,ma soprattutto per l'amicizia e l'affetto che nutri per me,sentimenti entrambi ricambiati.

"Per merenda:una bella stecca di legno"(2° puntata)


Non so ancora come chiamarlo,ne' conosco in effetti,come si chiama, questo cucciolo,so solo che implora compagnia,ogni volta che sente la mia finestra aprirsi,mi si stringe il cuore,perche' le giornate sono ancora rigide e non posso stare piu' di 5/10 minuti,affacciata al balcone,a vezzeggiarlo,oggi pero' c'era un bel sole,dopo la mattinata di pioggia,cosi' gli ho scattato qualche foto:Un mese fa,raccolsi tutta la forza che avevo nelle braccia e gli lanciai,due pezzi di cacioricotta pugliese,troppo indurito e salato,per i miei gusti;avevo paura che lo lasciasse la' ed il suo padrone,capisse che glielo avevo dato io,pero' in quattro e quatt'otto,lo divoro',cosi'passai al secondo lancio..ffiiu,per fortuna,ando' a segno anche il secondo,divorato,anche quello..chissa' dopo che sete,avra' avuto,povero..dopo pochi giorni,confidando nella stessa forza,gli lanciai un wrustel....oh no..fini' sulla tettoia di cemento del terrazzo,dopo pochi giorni era sparito..forse il mio vicino l'aveva visto e rimosso,chissa' se le orecchie mi avevano fischiato per lui,quel giorno....insomma,questo cagnetto,mi piace tanto,anni fa,un altro cagnetto da caccia,occupava il suo spazio,pero' era piu' mosciarello,dormiva sempre..questo è proprio attivo e pimpante,è veramente simpatico,fa dei salti....forse perche' è ancora giovane?ah,notate a destra, sulla foto,il secchiello giallo sul muretto,è quello che faceva volteggiare in aria,piazzandoselo in testa,per poi farlo piombare per terra,giorni fa..poi,gli hanno tolto quel passatempo.. pero',penso ai rumoracci che sentivano i suoi proprietari,in casa.... ^;^

mercoledì 25 marzo 2009

"I lampascioni o cipolle di terra"

Ecco cos'ho portato a casa ieri,dalla mia spesa al mercato,dov'ero andata per comprare delle piantine di basilico,da piantare e farle coccolare dai raggi di sole, che ristorano il mio piccolo punto verde,sul balcone.Il vento voleva che tornassi indietro,ma imperterrita, ho continuato la mia ricerca,che è stata vana,devo dire:niente basilico..sarà stato il freddo di questi ultimi giorni,comunque spero di trovarlo presto,per cominciare le scorpacciate di trenette al pesto e pennette alla crudaiola.Per quanto riguarda i lamponi di terra,raffigurati nella foto,sono tipici della mia terra,si puliscono,eliminando la pellicina,con il coltello,poi si incidono a forma di croce,per favorire la cottura,sulla parte superiore,dove si nota quella specie di barbettaSi gustano lessi e conditi con aceto bianco,olio extravergine,pepe ed aglio,per chi lo gradisce.In questo caso,li preparero',lessandoli con acqua,aceto e sale, per farli sott'olio e postero' le foto^;^

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001
Testi e immagini pubblicati in questo blog sono di proprietà dell'autore e sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Non autorizzo la pubblicazione delle immagini in alcuno spazio della rete.
Non autorizzo la pubblicazione delle ricette in alcuno spazio della rete senza il link al blog e/o alla ricetta originale.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails